2018 Prayer Guide (Italian)

Special thanks to Terry Perretti, pastor and missionary, for translating 2018 into Italian — Un ringraziamento speciale a Terry Perretti, pastore e missionario, per aver tradotto il 2018 in italiano!

VENERDI’, 5 GENNAIO, 2018

In questa settimana, preghiamo per i tanti musulmani che verranno a Cristo tramite

La Tecnologia

L’avanzamento tecnologico dell’uomo potrebbe essere di benedizione o maledizione.  Vediamo le macchine, gli aerei, la radio, la televisione, i computer, l’internet e tanta novita’tecnologica che potrebbero avere sia un aspetto buono ma anche cattivo.

Un uomo saudito stava guidando a casa dopo lavoro, e stava ascoltando un programma cristiana sulla radio.   Per lui, e’ stata la prima volta nella sua vita di aver sentito un programma cristiana.  A lui piaceva cio’ che ascoltava.  Appena che si trovava a casa, cercava sull’internet e trovava l’indirizzo email di un sito cristiano arabo.  Si e’ messo in contatto con quelli della radio, ed essi li guidavano al Signore.  Subito dopo lui inizio’ a vivere per Cristo con grande gioia.  Si, anche in mezzo di quella terra musulmana, la tecnologia si dimostrava una grande benedizione!

PREGHIERA

Signore Gesu’, ti ringraziamo per l’intelligenza che tu hai dato ad ogni essere umano.  Tu hai dato all’uomo e la donna, una grande capacita’ creativa.  Dalla creazione del mondo, tu hai dato all’uomo la capacita’ di edificare le citta’, creare gli strumenti musicali, forgiare il bronzo e ferro (Genesi 4:17-22).   Adesso, la tecnologia sta lasciando la sua impronta nella storia umana in ogni societa’.

Tu sei il Dio sopra ogni treno, automobile, transalantico, e navetta spaziale.  Tu sei il Dio sopra ogni telegrafico, telefono e l’internet.  Tu sei il Dio sopra ogni radio, televisione e parabolico satellitare. Tu sei il Dio sopra ogni computer, email ed ogni sito web.

Portiamo davanti a te, Signore Dio,  il nostro amore e peso nel cuore per la centinaia di milioni di musulmani.  Preghiamo che la tecnologia puo’ essere il mezzo per questi cari di poter ricevere e conoscere la verita’.  Cristo e’ la Via, la Verita’ e la Vita. Mentre questi cari viaggiano in tutto il mondo e  fanno ricerca sull’internet, usano il cellulare, ricevono email e guardano la televisione, fa che ascoltino il messaggio dell’amore di Cristo in un modo chiaro e potente, e che possono riceverlo con gioia.  Preghiamo che possano conoscere Gesu’ Cristo personalmente ed arrendersi completamente a lui. Che possano coronarlo Re e Signore della loro vita.

Per l’amore di Gesu’.  Amen.

LA PROMESSA

“L’uomo stende la mano sul granito, rovescia dalle radici le montagne. Pratica trafori dentro le rocce, e l’occhio suo scorge quanto c’e’ di prezioso. Frena le acque perche’ non gemano e le cose nascoste trae fuori alla luce.  . . .Ecco, temere il Signore, questa e’ saggezza, fuggire il male e’ intelligenza!” (Giobbe 28:9-11,28).

VENERDI’, 12 GENNAIO, 2018

Questa settimana preghiamo per

LA CHIESA TRIONFANTE

Fra I Musulmani

In tutto il mondo si possono trovare delle comunita’ e gruppi di musulmani che hanno confessato fede in Cristo come Signore.  Mentre in alcuni paesi, come nell’occidente, questi possono godere la liberta’ di adorare Gesu Cristo, sappiamo che in altri paesi dove non esiste la liberta’ del pensiero, questi seguaci di Cristo devono affrontare una persecuzione brutale. Alcuni di questi credenti hanno perso la propria vita per la loro fede in Gesu’.

Mentre la chiesa e’ fondata e continua a crescere nei paesi difficili, i credenti in questi posti devono crescere fortemente nell’insegnamento biblico.  Il loro modo di adorare Dio, deve riflettere la loro cultura ed identita’ quando:

  1. si sviluppano il vocabolario per la preghiera, adorazione e la predicazione ed insegnamento nella propria lingua.
  2. si compongono gli inni e cantici dai loro cuori che rappresentano la potenza redentrice di Cristo.
  3. si lavorano per tradurre e stampare l’intera Bibbia nella propria lingua moderna.

Questi punti quando sono effettuati dimostrano che lo Spirito sia vivo e presente nel corpo di Cristo.  La fede vibrante e l’adorazione di Gesu’ saranno l’aiuto necessario per potenziare questi credenti mentre si sacrificano la propria vita per la causa di Cristo.

PREGHIERA

O Dio meraviglioso e potente per salvare, ed amarci,  preghiamo per la tua chiesa nei paesi musulmani.  Questi credenti fanno parte del corpo di Cristo. Sono i tuoi figli e figlie.  Tu desideri che si risplendino radiosamente per te. (Filippesi 2:15) Il tuo Spirito li ha portati nel tuo regno e vive dentro di loro per approfondire la loro fede in te.

Benedicili, O Signore!  Che siano uniti e che ti servino come uno.   Che ogni volta che si trovino insieme con qualche gruppo di credenti che ci sara’ presente, sia l’adorazione, sia la preghiera, e sia la predicazione unta dallo Spirito Santo.  Signore Gesu’ opera liberamente in mezzo ai fratelli e sorelle tramite la potenza dei doni dello Spirito.  Incoraggiarli e rafforzargli mentre saranno obbligati ad affrontare l’opposizione e difficolta’ e che si decidano di non amare la propria vita ma di parlare con franchezza e saggezza per te.

Amen.

PROMESSA

“edifichero’ la mia chiesa, e le porte dell’Ades non la potranno vincere.” (Matteo 16:18)

VENERDI’, 19 GENNAIO, 2018

Questa settimana preghiamo per il popolo nel mondo musulmano come fece

DANIELE

Provenne dalla famiglia reale di Giuda.  Quando il re di Babilonia sconfisse Gerusalemme, Daniele fu preso in cattivita’come prigioniero e schiavo (Daniele 1:1-6). Li, Daniele servi’ nella corte reale. (Daniele 2:49).  Piu’ tardi quando La Persia sconfisse Babilonia, Daniele e’ stato promosso molto in alto nel nuovo regno di Persia.   Infatti, egli si trovava al secondo posto nel regno di Persia, secondo solo al re. (Daniele 6:3).

Anche quando si trovava in questa posizione importante,  egli continuava a servire il Signore con fedelta’. Il fatto che egli portasse avanti una fortissima e coraggiosa testimonianza della sua fede in Dio davanti a diversi re e nobili, dimostrava il suo impegno e determinazione.    Mentre Daniele studiava le sacre scritture (Daniele 9:2), ha capito il bisogno di umiliarsi e cercare la faccia di Dio con la preghiera e digiuno.  Ha interceduto per il suo popolo e nazione (Daniele 9:3).

Preghiamo questa settimana per gli uomini e le donne di Dio, che abitano nei paesi musulmani che potrebbero essere come Daniele, coraggiosi, impegnati per il Signore, e pronti di portare sulle proprie spalle la responsibilita’.

PREGHIERA

O Signore dell’universo, sovrano della storia umana, Dio dell’impossibile, entriamo con liberta’ davanti al tuo trono, perche’ sappiamo che Gesu’ e’ morto per i nostri peccati e ci ha fatto strada di poter entrare alla tua presenza.

O Dio di grazia senza fine, fa nascere uomini e donne come Daniele che servano nella tua chiesa e che possino servire i nostri amici musulmani.   Fa che imparino la conoscenza e saggezza di ubbidire i tuoi commandamenti.     Guida i loro passi secondo la tua parola, in modo che non siano intimiditi dal nemico o che non si compromettano con il maligno.  Concedi  loro il discernimento e coraggio di sfidare i re e governanti per la giustizia e portare gloria ed onore al tuo nome.

Adempiere la tua promessa per loro.  Rivelare il tuo piano grazioso per la loro vita.

Padre Eterno, sto qui alla tua presenza santa, e ti chiedo per fede, solo perche’ Gesu’ il mio Signore ha sacrificato il suo proprio sangue per me.  Amen.

PROMESSA

“Ti dia egli quel che il tuo cuore desidera, faccia riuscire ogni tuo progetto. Noi canteremo di gioia per la tua vittoria, alzeremo le nostre bandiere nel nome del nostro Dio. Il Signore esaudisca tutte le tue richieste.”  Salmo 20: 4,5.

VENERDI’, 26 GENNAIO, 2018

Questa settimana preghiamo per

I DONI DELLO SPIRITO

DI OPERARE NELLE ASSEMBLEE DEI CREDENTI MUSULMANI

Quando Gesu’ mori’ sulla croce, ha sconfitto Satana.  Cristo mori’ per salvarci, poi si risuscito’ ed e’ asceso in paradiso.  Da li, in cielo, mando’ lo Spirito Santo, il Consolatore, in mezzo alla sua chiesa (Atti 2).  Tramite lo Spirito, Gesu’ ci provvede con tanti doni. (Efesini  4:8).  Questi doni fanno parte delle sue benedizioni gloriose per poter prepararci per il ministerio nella chiesa, il corpo di Cristo.  E’ il suo desiderio che siamo forti e maturi per raggiungere la vita spirituale e vittoriosa che Egli intende per ognuno di noi (Efesini 4:12-13).

Abbiamo fede in Dio che la sua chiesa presente fra i musulmani sara’ da vero il sale della terra, la luce del mondo, e la citta’ posta sopra un monte (Matteo 5:13-14). Se la chiesa locale si incontra in segreto o in pubblico, se l’assemblea conta solo due o tre credenti oppure centinaia o mila, Dio vuole mandare il suo Spirito per equipaggiarla con i doni dello Spirito.  Ecco, la nostra preghiera per questa settimana. (lettura di 1 Corinzi capitoli 12 – 14).

PREGHIERA

Dio onnipotente, raccogliere i musulmani verso di te, e farli sentire il tuo amore profondo di sacrificio e di grande potenza.   Aiutami a pregare per loro secondo la tua volonta’.

Il tuo nome e’ santo.  Tu fai grandi cose, e la tua misericordia dura di generazione in generazione su quelli che ti temono.   Tu manifesti la forza del tuo braccio. . .hai colmato di beni gli affamati (Luca 1:49-53). Prego che metterai nei cuori di milioni di musulmani una fame ed una sete per cercarti, che si aprano i loro cuori a Cristo il Signore e che ricevano i tesori che tu li hai preparato.   Riempili col tuo Spirito Santo. Operare manifestazioni potenti dello Spirito nella loro vita.

Prego o Signore Dio che la tua gloria grande sia manifestata nelle chiese dove si trovano musulmani che sono stati liberati dall’Islam per mezzo della potenza di Gesu.

Tutta la gloria, maesta, splendore, e potenza appartengono a te, caro Padre.  Ti faccio questa richiesta non secondo la mia autorita’; perche’ non ne ho.  Ma vengo da te nell’autorita’ di Gesu’, tuo figlio, che mi ha preparato la via di poter avvicinarmi  al tuo trono tramite la sua morte sulla croce. Amen.

PROMESSA

“Ora a ciascuno e’ data la manifestazione dello Spirito per il bene comune (1 Corinzi 12:7)

VENERDI’, 2 FEBBRAIO, 2018

Questa settimana preghiamo per tutti musulmani

NEL NOME DI GESU’

Quando preghiamo nel nome di Gesu’, non preghiamo nel suo nome pensando che sia una formula di magia o un modo di incantare una potenza spirituale.  Nella legge civile, esiste il termine, “procuratore”, cio vuol dire che a qualcuno e’ stato affidato il potere legale per decidere e agire negli affari di un altro.  Con una procura speciale, uno potrebbe comprare immobili, o venderli nel nome del proprietario.

Pregando nel nome di Gesu’ significa:

  1. Faccio la mia richiesta a Dio per la gloria di Gesu’. Io non merito niente di buono a motivo del mio peccato, e non potrei avvicinarmi al trono di Dio senza la copertura del sangue di Gesu’. Percio’ posso con coraggio avvicinarmi al trono di Dio per il merito di Cristo.     Egli e’ il mio creatore e redentore.  Dio mi riceve per onorare Cristo che ha pagato per la mia redenzione.  (Giovanni 14:13-14; 15:16; 16:23-24; Atti 16:18; 1 Corinzi 1:2).
  2. Posso entrare alla presenza di Dio per l’autorita’ di Gesu’, mio Signore e Salvatore (Atti 3:6; 16:18; 1 Corinzi 1:2).
  3. Faccio la mia richiesta a Dio secondo la sua volonta’ (1 Giovanni 5:14).

PREGHIERA

Signore Gesu’, nostro capo e Salvatore, ti benediciamo.   Il tuo nome esprime la tua natura e gloria, il tuo amore di sacrificio e compassione, e la tua potenza per salvarci. Grazie.

Preghiamo per il popolo musulmano in tutto il mondo. Preghiamo che i loro occhi siano aperti per riconoscere il nome piu’ grande, il nome al di sopra ogni altro nome.  Aprire i loro cuori per accettarti e che si arrendono la loro vita a te.  Liberarli dalle vecchie tradizioni, le pratiche superstiziose, e la schiavitu’ al sistema che per secoli li ha abusato.   Aiutarli a capire che la salvezza si trova in nessun altro, ma solo in te (Atti 4:12).

Preghiamo che le chiese che si trovano vicino ai musulmani siano riempite dello Spirito Santo e fortemente fondate sulla parola di Dio.  Preghiamo che queste comunita’ abbiano una visione di raggiungere le nazioni con il lieto messaggio di Gesu’ Cristo.

Tu sei degno di ricevere la potenza, le ricchezze, la sapienza, la forza, l’onore, e gloria e la lode (Apocalisse 5:12) Amen.

PROMESSA

“I tuoi profumi hanno un odore soave, il tuo nome e’ un profumo che si spande; . . .E nel suo nome le genti spereranno”  (Canto dei Cantici; Matteo 12:21).

VENERDI’, 9 FEBBRAIO, 2018

Questa settimana preghiamo per fermare

IL TERRORISMO ISLAMICO

Per due decenni, terroristi musulmani hanno lanciato attacchi violenti e devastanti contro gli Stati Uniti ed Europa.    Le diverse citta’ che hanno subito il terrorismo islamico sono stati, New York, Londra, Madrid, Parigi, Bruxelles, Berlino e Manchester.  I governi occidentali,  vi stanno correndo freneticamente per fermare altri attacchi, mentre gli stessi governi cercano di separare la fede islamica dal terrorismo.   Diversi governi occidentali hanno pubblicamente dichiarato che Islam e’ una religione di pace, e non soltanto, ma hanno incluso Islam nel movimento ecumenico delle chiese, e la descrivono come una fra tre religioni di Abraamo!

Certo, non tutti musulmani sono terroristi, neanche la maggior parte.  Ma il terrorismo e’ stato ingranato nella fede islamica dall’inizio.  Anziche’ lasciare questa realta’ di scattare delle emozioni e i sentimenti negativi verso i musulmani, dovremmo vederli come Gesu’ li vede: peccatori che hanno bisogno della salvezza.  Solo l’amore di Dio manifestato sul Calvario puo’ trasformare i terroristi a diventare credenti che amano tutti e seguono Gesu’.

PREGHIERA

Signore Gesu’, tu sei mansueto ed umile, pieno d’amore e compassione.  Tu non permettesti i tuoi discepoli di ingaggiare la violenza (Matteo 26:51-54; Luca 9:51-56).

Dio onnipotente, ti chiedo di cambiare la violenza islamica in opere di misericordia per l’amore di Cristo.

Attira i musulmani alla tua presenza, tu sei l’unico Redentore e l’unico Salvatore per tutta l’umanita’.  Aleggiare sopra ogni musulmano col tuo Spirito e con la potenza del messaggio della croce.  Riempire i loro pensieri con la conoscenza della tua bonta’ e mansuetudine.  Riempire i loro cuori con la tua pace, e prego che le parole di Cristo possano abitare dentro di loro (Colossesi 3:15-16).   Nel nome potente di Gesu’ Io prego.  Amen.

PROMESSA

“Il Signore ti benedica e ti protegga!  Il Signore faccia risplendere il suo volto su di te e ti sia propizio! Il Signore rivolga verso di te il suo volto e ti dia la pace!” (Numeri 6:24-26).

VENERDI’, 16 FEBBRAIO, 2018

Questa settimana preghiamo per i musulmani che sono

Re, Presidenti e Governanti

La Bibbia ci esorta di pregare per tutti quelli in authorita’ (1 Timoteo 2:1-2).  Quando preghiamo, Dio cambia i cuori degli uomini.  “Il cuore del re, nella mano del Signore, e’ come un corso d’acqua; egli lo dirige dovunque gli piace.”   (Proverbi 21:1)

Quando il re di Ninive ascolto’ la chiamata di Giona per tutti a Ninive a ravvedersi, il re si alzo’ dal suo trono, si spoglio’ dalle sue veste, si copri’ di un sacco e si mise seduto nella polvere come atto sincero di contrizione.   Egli ordino’ al suo popolo di ravvedersi e credere in Dio gridando a “Dio con forza” per il perdono (Giona 3:6-10).  O, magari che tutti i governanti musulmani si ravvedessero cosi’ anche oggi!

Come tutti noi esseri umani,  anche i governanti hanno bisogno di guarigione emotiva e fisica.  Anche loro desiderano essere amati, apprezzati ed incoraggiati.  Anche loro hanno bisogno di aiuto e guida e soprattutto hanno bisogno di Cristo.

Preghiera

Dio onnipotente, nostro Padre Celeste e Re Eterno, solo tu sei al di sopra di tutti, sei sovrano sopra ogni regno degli uomini (Daniele 4:32).  Solo tu tieni tutto l’universo nella tua mano e tu controlli ogni essere umano in tutto questo.

Io prego per i re, per i presidenti e governanti in tutto il mondo musulmano.  Signore Gesu’ per la potenza del tuo sangue, perdonare i loro peccati e portarli  di avere fede in te.   Che si arrendono i loro cuori a te e che ti accettano come il Re in assoluto sopra ogni loro vita.

Fa che si capiscono che tu Signore, sarai il loro giudice davanti al quale debbono presentarsi nell’ultimo giorno per dare un resoconto delle loro azioni come l’autorita’ e governanti in questo mondo. Se tu in fine che li hai dato l’autorita’ in questo mondo.  Che questi possono ottenere la pace quando credono ed ubidiscono la tua Santa Parola.  Riempili col  tuo Santo Spirito. Guardali e proteggi il loro spirito, anima e corpo.   Che il nemico delle loro anime non avra’ piu’ potere o autorita’ su di loro.

Io prego per quelli che stanno soffrendo malattia o dolore, che ricevano guarigione fisica ed emotiva. Che questi avranno il coraggio di invocarti, Signore Gesu’.  Metti la tua fede in loro, di ricevere perdono dal peccato e guarigione divina per mezzo della tua potenza.   Che si cibano sulla parola eterna di Dio.  Amen.

Promessa

“Ora, o re, siate saggi; lasciatevi correggere, o giudici della terra. . .Servite il Signore con timore e gioite con tremore.  Beati tutti quelli che confidano in lui!”  (Salmo 2:10,12)

VENERDI’, 23 FEBBRAIO, 2018

Questa settimana preghiamo per la nazione

Libano

Libano e’ la nazione con la societa’ piu’ democratica e aperta al libero pensiero di tutte le nazioni nel mondo arabo.   Libano contiene  la piu’ grande percentuale di cristiani (la maggior parte sono cattolici o ortodossi) di qualsiasi altra nazione nel Medio Oriente.

Nonostante tutte le divisioni settarie e tutte le tensioni di cultura e politica che esistono per diverse generazioni, c’e’ ancora in Libano una liberta’ di religione che supera qualsiasi altro paese arabo.  Ora, tanti cittadini libanesi, sono stancati di queste tensioni religiose e di cultura, e sono affamati per il vero Dio e sono aperti allo Spirito di Dio piu’ che mai.

La liberta’ di religione in Libano, offre alla chiesa di Cristo, grandi opportunita’ di mettere in pratica la fede apertamente e condividere il vangelo con franchezza agli altri.  Il Medio Oriente ha tanto bisogno della stessa liberta’ che esiste in Libano, cioe’ la liberta’ del pensiero e di fede.

Preghiera

Padre d’amore e misericordia, ti ringraziamo per la tua potenza di guarire e per la tua dolce compassione.  Tu sei potente di risuscitare i morti, guarire i malatti, e restaurare la speranza nei cuori disperati.  Oggi, preghiamo per Libano.  Alziamo le nostre voci per intercedere per il suo popolo – cristiani, musulmani, e drusi.  Tutti hanno sofferto tanto a causa delle divisioni religiose e politiche e hanno bisogno disperatamente della guarigione che solo tu Signore puo’ dare.

Sprona la tua chiesa in Libano di prendere vantaggio della liberta’ che godesse.  Chiama nuovi pastori ed anziani di fede che ti amano e hanno un peso nel cuore per la salvezza del popolo musulmano.  Rafforza i credenti libanesi  di condividere la buona novella di Cristo con gli altri con franchezza ed amore (Atti 4:29).  Protegga, O Signore, la liberta’ di culto mentre questi credenti si lanciano a parlare apertamente della loro fede.   Preghiamo per i programmi di radio e televisione che condividono rettamente la verita’ della tua parola.   Preghiamo per i credenti imprenditori e le imprese che lavorono in Libano.  Per questi imprenditori e negozianti credenti, preghiamo che saranno riempiti con lo Spirito Santo di poter testimoniare ai loro amici musulmani e vicini, di arrendere la propria vita a Gesu’ Cristo, il Principe di Pace.     Preghiamo tutto questo per la tua gloria e regno.  Amen.

Promessa

“Date e vi sara’ dato; vi sara’ versata in seno una buona misura, pigiata, scossa, traboccante; perche’ con la misura con cui misurate, sara’ rimisurato a voi  (Luca 6:38).

VENERDI’, 2 MARZO, 2018

Questa settimana preghiamo per le donne come

Loide e Eunice

Timoteo era il compagno e assistente dell’apostolo Paolo.   Quando era molto giovane, la sua nonna Loide e la sua madre Eunice sono state per lui modelli di fede (Atti 16:1; 2 Timoteo 1:5).

Nabila, Hoda, Latifa, Farah, Layla, e tante altre sono donne musulmane che hanno visto la luce in Cristo, e che hanno ricevuto la sua grazia e dedicato la loro vita a lui.  Queste hanno tenuto le loro famiglie unite con il legame d’amore (Colossesi 3:14), e nello Spirito (Efesini 4:3), e sotto la bandiera di Cristo.  Hanno levato e guidato i loro figli di adorare il Signore e di amarlo con riverenza.

Preghiamo che il buon esempio di Loide ed Eunice sia ripetuto migliaia di volte, e che la madri musulmane andranno da Gesu’ con determinazione e coraggio per poter crescere una generazione di figli che sono fedeli a Cristo e il suo regno.

Preghiera

Signore Dio nostro creatore, tu hai creato le famiglie per essere i mattoni che formano la struttura della societa’ stabile.  Tu hai progettato che la madre  portasse nel mondo i bambini, di nutrirli e di portarli in braccia.  Signore sei un genio!  Che intelligenza scintillante!

Portiamo davanti a te, le milioni di madri musulmane nel mondo.  Hanno bisogno di te.  Hanno bisogno di seguire Gesu’ Cristo, l’unico Salvatore e Signore.  Prego che possano rispecchiare il tuo immagine d’amore e sacrificio, e che faranno cio’ che i governi e le scuole non possono fare: cioe’ portare i loro figli a fede in Cristo.

Prego che saranno come la madre di Rufo, della quale parla Paolo quando scrisse: “Salutate Rufo, l’eletto nel Signore e sua madre, che e’ anche mia” (Romani 16:13). Prego che saranno anche come la nonna e la madre di Timoteo.  Prego che saranno anche di benedizione per i loro mariti, per i loro figli, e per la chiesa di Gesu (Tito 2:4-5).

Proteggi Signore, le loro famiglie dal fallimento.   Fa che facciano parte del tuo piano divino di portare le anime preziose alla liberta’, gioia, e vita in Cristo.  Amen.

Promessa

“Tua moglie sara’ come vigna fruttifera, nell’intimita’ della tua casa; i tuoi figli come piante d’olivo intorno alla tua tavola”(Salmo 128:3).

“I suoi figli si alzano e la proclamano beata, e suo marito la loda,. . .(Proverbi 31:28)

VENERDI’, 9 MARZO, 2018

Questa settimana preghiamo per I musulmani diventati seguaci di Gesu’ Cristo che siano chiamati a diventare:

Missionari ai Cristiani Nominali

Crediamo in miracoli?  Certamente. Ecco perche’ preghiamo!  Questa settimana preghiamo per un miracolo eccezionale.  Vogliamo vedere musulmani venire da Gesu’, e ricevere il battesimo nello Spirito Santo, e crescere nella conoscenza della Parola di Dio per essere mandati come missionari ai cristiani nominali, cioe’ quelli che sono “cristiani” solo di nome. Si trovano dappertutto, sono americani, europei, africani, asiatici ecc.

Ma questo significa che i musulmani che credono in Gesu’ come Salvatore si metteranno d’evangelizzare americani ed altri?   Esattamente.  Il nostro Dio “puo’ mediante la potenza che opera in noi, fare infinitamente di piu’ di quel che domandiamo o pensiamo, (Efesini 3:20). In un senso spirituale, stiamo affermando la promessa che Dio ci ha dato, di allargare i nostri territori ed espandere i nostri confini (Esodo 34:24).

Preghiera

Signore Dio, tu hai creato i cieli e la terra.  Tu solo sei il Pontefice Massimo sopra tutto l’universo, e solo tu Gesu’ regni sopra ogni nazione di questo mondo.   Portiamo davanti a te, la nostra richiesta molto grande, sapendo che niente e’ impossibile per te e che tu puoi rispondere in un modo che non abbiamo mai potuto immaginare.

Preghiamo per la trasformazione di musulmani che diventeranno vasi d’onore per servire il Re dei Re e Signore dei Signori.   Vogliamo vedere il giorno quando ci saranno decine di migliaia di questi che saranno chiamati ad essere evangelisti, pastori, missionari, ed insegnanti della Parola del Signore.  Certo, noi uomini, non possiamo trasformare i cuori degli uomini, ma non e’ vero che hai preso quattro miserabili, rigettati, ed odiati lebbrosi a diventare  proclamatori di buona notizia?  Si, l’hai fatto!  (2 Re 7:1-16)

Signore, Si, ci crediamo.  Aumentaci la fede, aiutaci a superare la nostra incredulita’(Marco 9:24; Luca 17:5).

A te, sia la gloria per sempre e per sempre.  Amen.

Promessa

“Invocami, e io ti rispondero’, ti annuncero’ cose grandi e impenetrabili che tu non conosci” (Geremia 33:3).

Venerdi’, 16 Marzo, 2018

Questa  settimana prego una benedizione sopra la

Moschea nel mio quartiere

La Bibbia ci dice chiaramente che la piu’ grande benedizione nel piano di Dio per ogni popolo e’ di conoscere Gesu’ Cristo  come Salvatore e Signore e di seguirlo.  La presenza della moschea in tanti quartieri in tutto il mondo e’ una realta’ di oggi.  Come sappiamo, la moschea e’ un locale di culto per il musulmano.  Saremo aperti di chiedere al Signore di versare la sua benedizione sopra gli individui che frequentano queste moschee?

Si, questo significa che chiediamo Dio di toccare i cuori di quelli che frequentano le moschee, e che si sottomettono alla Signoria di Gesu’.  Si, tutti quelli che frequentano, che siano quelli che fanno la chiamata di pregare, o siano quelli che guidano le preghiere, o predicano o che servono semplicemente come custodi o guardie.  Ma sara’ possibile?  Per il nostro Dio onnipotente, tutto e’ possibile (Matteo 19:26).

Preghiera

O Signore nostro Dio, solo tu sei L’Iddio sopra ogni regno del mondo.  Tu hai preparato per noi cose meravigliose- cose indescrivibili che ci aspettano in cielo e meraviglie che ci aspettano qui in terra. Credo che tu Signore ci spianera’ la strada per noi di poter predicare nelle moschee in ogni capitale del mondo musulmano: a Mecca (Arabia Saudita), a Cairo (Egitto), a Najaf (Iraq), a Kum (Iran), a Fes (Morocco), anche in Islamabad (Pachistano), e cosi’ via.

Sappiamo Signore che tu non abiti in templi fatti con le mani dell’uomo (Atti 7:48), pero’ preghiamo che tu manifesti la tua potenza divina e la tua maesta’ ai figli di Ismaele in questi locali dove si trovano a pregare.  Preghiamo che decine di migliaia di moschee diventano locali dove adorano Gesu’ Cristo, il Re dei Re e Signore dei Signori.   Preghiamo che tutti che si trovano in queste moschee possano realizzare che il locale dove si trovano e’ diventato veramente la casa di Dio.  Che possano dire, “Certo, il Signore e’  in questo luogo. . ., questa non e’altro che la casa dell’Eterno” (Genesi 28:16-17).

Prego perche’ io sono convinto che tu sia capace di fare sgorgare fiumi in “paesi aridi, . . .delle fonti in mezzo alle valli;”. Tu puoi cambiare il deserto in “uno stagno, della terra arida una terra di sorgenti”(Isaia 41:18).  Ti ringrazio perche’ tu stai rispondendo alle mie preghiere.  Amen.

Promessa

“Il Signore aveva visto che l’afflizione d’Israele era amarissima,. . .non c’era piu’ nessuno che soccorresse Israele.  Il Signore non aveva parlato ancora di cancellare il nome d’Israele da sotto al cielo; quindi li salvo’. . .”(2 Re 14:26-27)

Venerdi’, 23 Marzo, 2018

Questa settimana preghiamo che

Le citta’ musulmane potranno dare

Il benvenuto a Cristo

Questa domenica prossima,  il cristianesimo occidentale, celebrera’ la domenica delle palme. Cio’ che era accaduto quella domenica di 20 secoli fa era totalmente inaspettato.  Quell’evento ha scosso la citta’ e ha fatto tremare le autorita’ che si trovava li in quel giorno.

Normalmente quando uno straniero entrava in Gerusalemme montato sopra un puledro per celebrare la pasqua, non si faceva caso.  Pero’ in questo giorno, c’era una calca di gente ammassata intorno questo cavaliere per darlo un benvenuto da Re.   Alcuni gettavano i loro mantelli sulla via davanti al cavaliere. Altri gettavano delle palme come per dire, “benvenuto”.  Essi gridavano una lode a Dio con gioia.  Lo chiamavano, “Figlio di Davide”.   Si, il cavaliere era Gesu’!

Ecco come Gesu’ e’ stato accolto quella domenica delle palme in quella citta’ capitale.  E’ la nostra preghiera, che anche oggi giorno, Gesu’ sara’ dato il benvenuto nelle capitali del mondo musulmano.

Preghiera

“Osanna al Figlio di Davide! Benedetto colui che viene nel nome del Signore! Osanna nei luoghi altissimi!” (Matteo 21:9; Luca 19:38).  Dio onnipotente, per le migliaia di citta’, paesi e villaggi, pieni di musulmani, Io ti supplico che questi si apriranno i loro cuori per ricevere Cristo come Re.

Solo tu Signore sei Onnipotente.  Solo tu potevi dividere le acque del mare rosso davanti ai figli di Israele in modo che potessero passare in mezzo al mare all’asciutto (Neemia 9:11). Per la tua potenza divina tu dirigi i cuori dei re come corsi d’acqua (Proverbi 21:1).  Preghiamo che un giorno potremmo ottenere la liberta’ di predicare il messaggio della croce a Mecca, il posto indicato dai musulmani come il sito piu’ santo di tutta la terra.  Che Gesu’ Cristo possa rivelare la sua gloria in quel posto.

Sto adorando davanti al trono dell’Iddio Onnipotente.   Io so in chi ho creduto, e sono convinto che egli ha il potere di fare ed operare al di sopra ogni mia aspettativa (2 Timoteo 1:12). Questa e’ la mia speranza e la mia fede.

“A colui che siede sul trono, e all’Agnello, siano la lode, l’onore, la gloria e la potenza, nei secoli dei secoli” (Apocalisse 5:13).  Amen.

Promessa

“Dall’estremita’ della terra udiamo cantare: “Gloria al Giusto!”(Isaia 24:16).

Venerdi’, 30 Marzo, 2018

Questa settimana preghiamo per i musulmani che hanno rigettato il messaggio della

Croce

Oggi, ci ricordiamo della crocifissione di Gesu’, l’unico atto che potette darci la vita eterna.  L’islam rigetta il fatto che Gesu’ mori’ sulla croce.  Il corano dice che Gesu’ non e’ mai morto sulla croce, e non mori’ affatto, ma invece e’ stato trasportato vivo da Dio direttamente in paradiso.  I musulmani fanno questo ragionamento; loro non possono credere che Dio avrebbe lasciato Gesu’, il buon profeta, di morire una morte cosi’ atroce sulla croce per i peccati che altri hanno commesso.

I musulmani non vedono la serieta’ del problema della natura peccaminosa dell’uomo. Non vedono la necessita’ di redenzione.   Per loro il messaggio della croce e’ sciocchezza (1 Corinzi 1:18-25).

Preghiera

Dio Onnipotente, nostro Padre d’amore in cielo,  noi ti riconosciamo come il nostro Redentore in eterno. Veniamo davanti a te con umilta’,  siamo meravigliati per il tuo amore e il sacrificio di Gesu’ sul monte Calvario.  Quanta vergogna e dolore Gesu’ dovette subire per poter salvarci dal peccato e la morte eterna!    L’agnello di Dio mori’ per darci la vita.  Grazie!

I miei amici musulmani non capiscono che la morte di Cristo sulla croce e’ stato il regalo piu’ grande dell’universo per l’umanita’ peccaminosa.  Aiuta questi amici a capire che sono peccatori che hanno bisogno di salvezza.   Dimostra per loro la potenza della croce che puo’ salvarci dalla potenza del peccato e trasformarci dalle tenebre alla luce e dal regno di Satana al regno di Dio.

Convinci quanto sia serio il loro peccato di rigettare il messaggio della croce.  Che possono credere la tua parola ed accettare la buona notizia.  Io ti prego o Eterno, per i musulmani.  Aiuta loro di credere che Gesu’ mori’ per riscattarli dal loro peccato e poi risuscito’ in modo che siano purificati e resero giusti davanti a Dio.  Togli via il velo che oscura le loro menti.  Apri i loro occhi.  Catturare i loro cuori con tuo amore.

A te tutta la gloria e lode, il Cristo crocifisso e risuscitato, il Primo e L’Ultimo, Il Vivente che mori’ ed ora vive per sempre e per sempre.  Amen.

Promessa

“Poiche’ la predicazione della croce e’ pazzia per quelli che periscono, ma per noi, che veniamo salvati, e’ la potenza di Dio, “ (1 Corinzi 1:18).

Venerdi’, 6 Aprile, 2018

Questa settimana preghiamo che le donne musulmane saranno come

La Venditrice d’Olio

Lei era vedova.  Non sappiamo come si chiamava.  Il suo marito era un profeta, ma mori’ e lasciava sua moglie con un debito da pagare.   Il creditore pretendeva che i due figli di questa vedova siano lasciati da lui come i suoi schiavi perche’ lei non aveva nient’altro per ripagare il debito.    Pensando che avrebbe perso i suoi due figli, lei e’ stata presa dal panico e chiamava aiuto dal profeta Eliseo.  Lei dimostrava la sua fortissima fede in Dio quando ubbidiva il consiglio di Eliseo.

Egli la consigliava di andare dai suoi vicini di casa e prendere in prestito diversi vasi e contenitori.  Dopo di che, si e’ chiusa in casa insieme con i suoi figli.   In casa sua, piano piano cominciava di versare il poco olio che aveva dal suo vasetto nei vasi e contenitori che lei ha preso in prestito. Lei versava e versava fino che non c’era piu’ un vaso vuoto!     La vedova vendeva l’olio da questi vasi e contenitori e con questa vendita, e’ riuscita a saldare il debito. A me piace chiamare questa donna, “La venditrice d’Olio”. Quando andava in giro per prendere in prestito i vasi, stava infatti, dimostrando la sua fede pubblicamente.  Mentre lei riempiva i vasi con l’olio, lei stava ricevendo la benedizione di Dio privatamente.  (Leggi la storia in 2 Re 4:1-7.)

Abbiamo bisogno di donne come questa vedova- donne con fede, che ascoltino da Dio e facciano la sua volonta’.

Preghiera

Dio Onnipotente in cielo,  grazie per questa donna coraggiosa.  Lei gridava a te per aiuto, ha detto specificamente il suo problema, ubbidiva, agiva, e riceveva il miracolo che la liberava dal suo creditore. Quanto sei misericordioso e compassionevole, o Signore!  Ti chiedo di dare alla tua chiesa, donne simili che sono uscite dall’Islam e che hanno messo la loro fede in Gesu’- donne di fede ed azione, esattamente come la “venditrice d’olio”.

Aiuta queste donne con fede di poter superare la paura,  l’intimidazione e l’incertezza.  Prego che queste donne possono vincere il maligno che c’e’ nel mondo perche’ credono che Gesu’ sia il figlio di Dio (1 Giovanni 5:5).   Fa che queste donne siano un esempio e modelle per i loro figli e famiglie da seguire “sii di esempio ai credenti, nel parlare, nel comportamento, nell’amore, nella fede, nella purezza”(1 Timoteo 4:12).

Prego che ci siano altri che guerreggiano nella preghiera.  E’ possibile che stai per fare un grande miracolo fra queste care donne. Aiutaci Padre di portare da te i nostri vasi vuoti.  Dacci quest’olio che non si esaurisce.   Riempici Signore con l’olio dello Spirito Santo.  Per la gloria di Gesu’, mio Signore, amen.

Promessa

“  Ora senza fede e’ impossibile piacergli, poiche’ chi si accosta a Dio deve credere che egli e’ e che ricompensa tutti quelli che lo cercano (Ebrei 11:6).

Venerdi’, 13 Aprile, 2018

Questa settimana preghiamo faccendo riferimento alla dichiarazione di Maometto di aver fatto un

Viaggio di Notte

Maometto il profeta di Islam, aveva dichiarato che una notte egli sarebbe salito in groppa a un’asino dotato con le ali, e avrebbe volato con questo mezzo dalla moschea di Mecca fino alla moschea di Gerusalemme.  Da Gerusalemme, sul monte, e’ asceso in paradiso, e li si e’ incontrato con diversi profeti e poi avrebbe avuto un’udienza privata con Dio.   Dopo di che, tutti i profeti si sono aggruppati intorno a lui, e lui li guidava in preghiera.  Finalmente, lui si e’ tornato a Mecca- tutto e’ successo nella stessa notte (Corano 17:1).

E’ interessante notare, che non c’era una moschea a Mecca neppure a Gerusalemme durante il tempo di Maometto!

Preghiera

Dio maestoso in cielo, benedetto sia il tuo santo nome.  Io mi chino davanti alla tua presenza e ti adoro. Grazie che mi hai affidato il compito di pregare per gli altri e di portare i loro nomi alla tua attenzione.  Faccio il mio appello davanti a te di liberare i musulmani, e di intercedere per la loro salvezza.

Signore Dio, per cosi’ tanto tempo, queste persone preziose sono rimaste chiuse nelle tenebre e tristezza.   Manifesti a loro la tua misericordia e grazia, O Dio.  Darli, saggezza, intelligenza e limpidezza di vedere che sia tutto inutile costruire la loro fede sopra le favole e tradizioni degli uomini.   Signore soccorrali, dalle grinfie del nemico senza misericordia che non vuole fare altro che rovinarli e portarli all’inferno.

Aiutali a correre da Gesu’ e di vivere alla luce della sua parola.  Liberarli tramite la potenza della croce di Calvario.   Come un altro credente in Gesu’ pregava, darli “un desiderio di cercare cio’ che e’ vero, e una fame per cio’ che e giusto, e la determinazione di rifiutare qualsiasi sostituto alla verita’, nonostante quanto potrebbe sembrare attraente.” 1

Nel nome prezioso di Gesu’. Amen

Promessa

“La destra del Signore si e’ alzata, la destra del Signore fa prodigi. Non temete, . . .perche’ i pascoli del deserto rinverdiscono, perche’ gli alberi portano il loro frutto, il fico e la vite producono abbondantemente! (Salmo 118:16, Gioele 2:22)

1    Eugene Peterson, Praying with the Prophets, January 31.

Venerdi’, 20 Aprile, 2018

Questa settimana preghiamo per l’eredita’ di

Ramon Llull

Egli visse fra gli anni, 1232 fino a 1316.  Faceva parte della nobilita’ di Spagna.  Quando era giovane, viveva una vita  immorale e dissipato.  Si vantava che nessuna donna avrebbe resistito alle sue suggestioni sessuali.  Finalmente, la sua moglie, santa donna, ha preso i bambini e lo hanno lasciato.  Strada facendo, lui ricercava sua moglie, e durante la sua ricerca disperata per trovarla, aveva una visione di Gesu’.  A questo punto, ha deciso di lasciare il suo peccato e seguire il Salvatore che e’ stato crocifisso per lui.

Piu’ tardi nella sua vita, si e’ dedicato a chiamare i musulmani di ricevere Cristo, parlando con loro tramite la sua amicizia, ragionamento, dialogo e sempre con amore.  Ha studiato l’Islam per nove anni, includendo la religione, la cultura e le tradizioni, immergendosi anche nello studio della lingua araba.  Finalmente, e’ andato a Tunisia alla moschea famosa di nome Zaytuna, dove si e’ presentato ai capi della moschea con i quali ha aperto un dialogo.   Appunto, egli offriva a loro il messaggio dell’amore di Cristo e il suo sacrificio per i nostri peccati.    Dopo questo primo incontro e’ stato arrestato e deportato e nonostante il pericolo, egli e’ tornato ancora due volte in Nord Africa.  Durante la sua ultima visita, e’ stato arrestato di nuovo, torturato e poi e’ morto per la sua testimonianza di Cristo il suo Salvatore.

Egli e’ stato il primo missionario specificamente intenzionato di raggiungere i musulmani.   Ha compiuto il suo dovere con grande impegno e sacrificio.

Preghiera

Signore Redentore  misericordioso,  tu sei degno di ogni sacrificio che facciamo per la tua gloria.  Grazie per avere chiamato  Ramon Llull di andare in Nord Africa.  Ancora oggi, stai chiamando i credenti al tuo servizio.

Prego che tanti di questi credenti, i tuoi figli, porteranno il messaggio della croce ai musulmani come ha fatto Ramon Llull.   Impartire a loro una passione per le anime perdute, in modo che non possono mai ignorare il grido delle anime sofferenti senza Cristo in questo mondo di dolore.     Prego che i credenti in Cristo avranno un grande amore per quelli che non ti conoscono.  Aiutarli a comprendere l’opera fatta  al Calvario.  Aiutali a studiare delle altre lingue e culture e modi di vivere per poter testimonare ad altri popoli.

Prego che potranno vedere dei miracoli quando altri saranno cambiati per la potenza di Cristo.

A te, o Dio, siano la gloria, l’onore e tutta la lode.  Amen.

Promessa

“Mio signore!  Com’e’ vero che tu vivi, o mio signore, io sono quella donna che stava qui vicina a te, a pregare il Signore.  Pregai per avere questo bambino; il Signore mi ha concesso quel che io gli avevo domandato” ( 1 Samuele 1:26-27).

Venerdi’, 27 Aprile, 2018

Questa settimana preghiamo per i musulmani che sono

Atei in Segreto

Per la maggior parte, i musulmani credono che Dio esiste; ma per loro Egli e’ molto distante, e lontano. In questi tempi recenti, c’e’ stata molta violenza, gente assassinata, massacri, e tutto perpetrato e affermativamente difeso dai musulmani.  Guardando questi atti atroci, tanti musulmani sono scioccati e delusi con la loro religione.  Loro ragionano, “Se questo e’ Islam, non vogliamo niente a che fare con esso.” Cosi’, oggi tanti hanno abandonato Islam e si sono diventati atei in segreto. Se questi si pronunciano di essere atei all’aperto nei paesi musulmani, loro rischiano di morire.

Adesso esiste un nuovo fenomeno nel mondo di Islam, musulmani atei!  Preghiamo che la chiesa possa condividere il messaggio di Cristo, il Principe della Pace, a queste anime deluse.

Preghiera

Creatore dell’universo, Creatore di ogni cosa, grazie, che mi hai affidato il compito di pregare per i musulmani che si sono dati all’ateismo.

Salvatore dei peccatori, portarli a comprendere l’agonia che Gesu’, il figlio di Dio, ha sofferto sulla croce per loro.   Guidarli di venire da te e di arrendersi e di ravvedersi dal proprio peccato per ricevere perdono.

Cambia i loro cuori e modo di pensare.  Che possono pensare di, “tutte le cose vere, tutte le cose onorevoli, tutte le cose giuste, tutte le cose pure, tutte le cose di buona fama, quelle in cui e’ qualche virtu’ e qualche lode, . . .(Filippesi 4:8).  Sia o Signore la loro parte (Lamentazioni 3:24), la loro forza e il loro scudo (Salmo 28:7), in modo che possano servirti con gioia ed integrita’.

Aiuta la tua chiesa Signore di sapere come toccare i cuori di quelli che non credono in te. Prego che la chiesa possa dimostrare compassione ed amore per tutti che non credono.  “A colui che siede sul trono, e all’Agnello, siano la lode, l’onore, la gloria, e la potenza, nei secoli dei secoli (Apocalisse 5:13). Amen

Promessa

“Cosi’ dice il Signore: Anche i prigionieri del forte verranno liberati e il bottino del tiranno fuggira’; io combattero’ contro chi ti combatte e salvero’ i tuoi figli.”  (Isaia 49:25)

Venerdi’, 4 Maggio, 2018

Questa settimana preghiamo che i musulmani acquisteranno

Un Cuore Umile

La superbia e’ probabilmente il piu’ grande ostacolo che ci impedisce di ricevere Cristo!   La Bibbia ci chiede di umiliarci davanti a Dio per ricevere la sua grazia (Giacomo 4:6).  I musulmani hanno bisogno di inchinarsi davanti al trono di Cristo misericordioso e sottomettersi con umilta’ al piano di Dio.  Il Signore sta chiamando ognuno di avvicinarsi a Lui per ricevere la sua grazia e non e’ perche’ ci meritiamo qualche beneficio da Lui.   Siamo salvati tramite l’opera compiuta sulla croce e non per le nostre buone opere.   La Parola di Dio ci ammonisce:  “La superbia precede la rovina, e lo spirito altero precede la caduta “(Proverbi 16:18); e “Dio resiste ai superbi e da’ grazia agli umili” (Giacomo 4:6).

Preghiera

O Signore Gesu’, sei mansueto ed umile di cuore, eppure Onnipotente Creatore e Padrone sopra tutti, io vengo da te con umilta’ per adorare davanti ai tuoi piedi.

Capisco che sarebbe difficile per i musulmani ammettere di essere stati ingannati ed imbrogliati per tanti secoli! Un grande ostacolo che li impedisce di umiliarsi davanti a te, e’ capire che i loro antenati si sono stati ingannati e non ti hanno mai conosciuto, il vero Dio!  Ecco perche’ ti chiediamo O Signore di dare ai nostri amici musulmani la tua grazia di poter accettare questa verita’ dura.

Signore, aiutali a ravvedersi ed abbandonare la loro superbia e fidarsi invece alla tua grazia per servirti anziche servire la loro eredita’, razza o tradizione.  O Dio, fa che  si avvicinano a Gesu’ con umilta’ e mansuetudine.  Prego che si inchinano i loro cuori al Redentore e che si inginocchiano per adorare Cristo- Dio divenuto uomo, che regna e giudica tutto e tutti.  Prego che ti riconoscano, O Signore, come il Primo e L’Ultimo, L’Alfa e L’Omega.  Tutta la maesta’, gloria ed onore appartengono a te, Signore Gesu’, per sempre e per sempre. Amen

Promessa

“Umiliatevi dunque sotto la potente mano di Dio, affinche’ egli vi innalzi a suo tempo,”(1 Pietro 5:6).

Venerdi’, 11 Maggio, 2018

Questa settimana preghiamo per il

Digiuno Islamico

Durante questa stagione, i musulmani iniziano il loro digiuno chiamato “Ramadan”.  Questo digiuno dura un mese.   Il calendario musulmano e’ basato secondo l’anno lunare, cioe’ un anno che consiste di 354 giorni.   Cosi’ il digiuno di un mese capita ogni anno all incirca 11 giorni prima dell’anno precedente.

I musulmani digiunano ogni giorno durante questo mese, dall’alba fino al tramonto.  Loro si astenono dal cibo, dal bere, dal fumo, dall’annusare profumo, e dai rapporti coniugali.     Ogni giorno dopo il tramonto, smettono il digiuno, e spesso fanno un cenone.  Hanno la liberta’ di mangiare quanto vogliono fino all’alba del giorno avvenire.

Secondo la religione di Islam, questo digiuno serve per poter ottenere favore con Dio e la possibilita’ di entrare in paradiso.

Alcuni musulmani attualmente credono che durante il mese di Ramadan, il diavolo viene incatenato e non puo’ farli del male, poi credono che le porte del cielo vengano aperte e le porte dell’inferno siano chiuse.

Preghiera

O Signore Gesu’, prego con amore e compassione nel mio cuore per i musulmani durante questo mese di digiuno.

Signore, tu sai che la maggior parte dei musulmani sono sinceri.  Sono sinceri nella loro religione e credenza.  Aiutali a comprendere che per poter avvicinarsi a te, devono passare attraverso Gesu’ e dal suo sacrificio al Calvario.  Nessuno e’ capace di salvarsi da solo tramite qualsiasi sforzo umano.  Nessuno puo’ ascendere verso di te soltanto seguendo qualche rito religioso.

O Dio, aiutali a scoprire che possiamo ottenere la salvezza non tramite le buone opera, ma solo tramite la fede in te e per la tua grazia.

Prego che tanti musulmani in questo mese riceveranno da te una rivelazione che tu sia il Salvatore che  pagasti il loro riscatto e compisti la loro redenzione. Che possono sapere che sulla croce tu hai proclamato, “E’ compiuto!”  Amen.

Promessa

“E che nessuno mediante la legge sia giustificato davanti a Dio e’ evidente, perche’ il giusto vivra’ per fede”  (Galati 3:11)

Venerdi’, 18 Maggio, 2018

Questa settimana preghiamo per i nuovi credenti in Gesu’ che possono ricevere la pienezza dello

Spirito Santo

Prima che Gesu’ ascese al Padre in cielo,  egli promise di mandare lo Spirito Santo per essere il nostro Consolatore e Guida e per darci la potenza di testimoniare per lui.   La sua promessa e’ stata adempiuta il giorno della pentecoste.  In questa fine settimana vogliamo celebrare la domenica della pentecoste per ricordare il dono dello Spirito Santo alla chiesa.  Soltanto per mezzo della potenza dello Spirito Santo le anime saranno attirate a Cristo e soltanto per la potenza dello Spirito Santo i credenti possono adempiere grandi cose nella vita giornaliera e nell’evangelizzazione e missione.

Per secoli, lo Spirito Santo ha parlato a tanti musulmani in diverse nazioni attraverso i miracoli, le visioni e nei sogni per rivelare il Cristo vivente.  Il fatto che in Indonesia fra 1960 fino agli anni settanta, ci sono stati tantissimi musulmani che sono venuti a Cristo e poi oggi giorno succede la stessa cosa in diverse nazioni d’Africa, si puo’ attribuire soltanto alla potente opera dello Spirito Santo.

Preghiera

O Dio Spirito Santo, scendi sopra i musulmani convertiti a Cristo.  Riempili con la tua potenza e presenza.  Che possono ricevere la promessa di Gesu’ come e’ successo il giorno della pentecoste.  Santo Spirito, santificarli e guidarli nella verita’ e aiutarli di vivere una vita vittoriosa in Cristo.  Il mondo che li circonda e’ molto ostile all’evangelo, e loro hanno un grande bisogno della pienezza dello Spirito Santo per poter perseverare con loro impegno per te.

Aiutali a pregare per altri e di intercedere in preghiera per il mondo perduto. Che siano ispirati con potenza a testimoniare di Cristo e che possono spandere il vangelo in tutto il mondo. Che possono dimostrare la maesta’ di Dio attraverso i segni e prodigi dello Spirito.

Io prego che arrivera’ il tempo quando “la conoscenza della gloria del Signore riempira’ la terra, come le acque coprono il fondo del mare (Abacuc 2:14).

Nel nome Onnipotente di Gesu’ io prego.  Amen.

Promessa

“Dopo questo, avverra’ che io spargero’ il mio Spirito su ogni persona: i vostri figli e le vostre figlie profetizzeranno, i vostri vecchi faranno dei sogni, i vostri  giovani avranno delle visioni (Gioele 2:28).

Venerdi’, 25 Maggio, 2018

Questa settimana preghiamo per il rifiuto da parte dei musulmani per la realta’ della

Trinita’

I musulmani credono in un Dio solo e la loro conoscenza di Dio non permette la dottrina della Trinita’, cioe’, tre Persone che costituiscono un unico Dio.   Loro credono, erroneamente che i cristiani adorano tre dei.  L’islam pretende che Gesu’ non puo’ essere figlio di Dio, perche’ Dio non si sposa e non produce figli.   I musulmani credono che lo Spirito Santo e’ solamente un angelo.

Per di piu’, l’amore di Dio Padre per il suo popolo non esiste in Islam.     “Il messaggio centrale di cristianesimo e’ che Dio ci ha parlato.”1  Questo vuol dire che c’e’ uno che ci parla (Dio il Padre), c’e’ la Parola parlata (il figlio) e c’e’ chi la interpreta (lo Spirito Santo).

Non otteniamo la salvezza soltanto perche’ abbiamo la dottrina giusta, ma l’insegnamento della Trinita’ ci rivela la personalita’ di Dio, il suo carattere e l’opera.  Conoscendo questi fatti di Dio ci aiuta di avere un amicizia con lui che sia stabile, sicura ed affidabile.   Non avendo un giusto concetto di Dio e la sua persona, e’ sempre la causa di tante eresie.

Preghiera

Signore Dio Onnipotente, Padre, Figlio e Spirito Santo, grande in gloria ed amore eterno, ti chiedo di aprire gli occhi di tanti musulmani in questa settimana di vedere e comprendere il tuo sacrificio, potenza e sapienza.

Perdona i musulmani che rigettano Gesu’ Cristo, tuo Figlio, e che tentano di inscatolare Dio dentro il limite della loro logica!   Invece, preghiamo che si sottomettessero al tuo amore eterno e che ti adorassero come – Padre, Figlio e Spirito Santo.

Signore Gesu’, rivela te stesso, come sei, uno in essenza con il Padre e Spirito Santo.  Tu dicesti: “perche’ non sono solo, ma io e il Padre che mi ha mandato. . .perche’ io sono proceduto e vengo da Dio,”(Giovanni 8:16,42).  Prego che tanti musulmani saranno riconciliati con te alla croce di Calvario.  Che siano liberati dalla tenebre di Islam.  Che i loro cuori siano toccati dal tuo amore, O Dio nostro Padre, per la grazia di Cristo tuo figlio, e per la vicinanza e gentilezza dello Spirito Santo.

Tu sei L’Onnipotente, l’unico Dio vivente, Creatore del cielo e la terra, Redentore e Sostenitore dell’ umanita’.   Benedetto sei per sempre e per sempre.  Amen.

Promessa

Gesu’ disse: “Io sono la via, la verita’ e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. Se avete conosciuto me, conoscerete anche mio Padre; e fin da ora lo conosceste, e l’avete visto” (Giovanni 14:6,7).

_____________________________

1 Teologo Svizzero, Karl Barth, 1886-1968.

Venerdi’, 1 Giugno, 2018

Questa settimana preghiamo che Dio possa usare molti musulmani come

Un’ Anello da Sigillo

Hai mai pensato quanto sei prezioso a Dio?

Ai tempi antichi, l’anello da sigillo era un oggetto di grande valore da possedere.  Esso serviva per timbrare o firmare i documenti importanti del possessore o per il padrone di colui che lo portava.   Spesso era proprio un anello al dito (Geremia 22:24) o al braccio (Cantico dei Cantici 8:6) o semplicemente sospeso intorno al collo con una catenella. 1

Quando il faraone promosse Giuseppe e lo incarico’ come il suo vice per governare L’ Egitto, egli lo confermo’ togliendo dalla sua mano l’anello da sigillo, e mettendolo al dito di Giuseppe (Genesi 41:42). Il re di Persia dimostro’ la sua grande stima per Aman facendo lo stesso gesto, togliendo il suo anello da sigillo e mettendolo al dito di questo (Ester 3:10).  Preghiamo che i nostri amici musulmani possono rispondere all’amore del nostro Padre Celeste e credere in Gesu’ Cristo e vivere seguendolo. Preghiamo anche che possono scoprire quanto sono preziosi e carissimi per il Signore, -come un anello da sigillo.

Preghiera

Dio benedetto, nostro Creatore e Redentore, Io ti chiedo di portare nel tuo regno una moltitudine di musulmani.   Che questi amici possono trovare un posto fra il tuo popolo prescelto.  Desideriamo vedere musulmani innumerevoli servire il Cristo Signore, adorare il Salvatore risorto, e portare tanti altri alla croce di Calvario per ottenere perdono dai loro peccati.  Fa che possono sperimentare la gioia della sposa quando disse al suo sposo, “Mettimi come un sigillo sul tuo cuore, come un sigillo sul tuo braccio” (Cantico dei Cantici 8:6).

Che possono comprendere per mezzo del tuo Spirito, che siano preziosi al tuo cospetto, e tenuti nei sentimenti del tuo cuore (Isaia 43:4), e che possono trovarsi al centro dei tuoi piani (Geremia 29:11).

Che possono anche capire quanto sono responsabili di essere ambasciatori per te in questo mondo e di testimoniare della tua misericordia e grazia.

Solo tu sei Dio Onnipotente, Sovrano e Potentato.  A te sia la gloria per sempre e per sempre, Amen.

Promessa

“Quel giorno,” dice il Signore degli eserciti, “io ti prendero’ e ti terro’ come un sigillo, perche’ io ti ho scelto” (Aggeo 2:23).

_______________________________

1 Il mio nonno non sapeva scrivere o leggere.  A lui non piaceva portare un anello al dito.  Pero’, portava un sigillo nel suo borsetto per poter timbrare documenti al nome suo.

Venerdi’, 8 Giugno, 2018

Questa settimana preghiamo specificamente per

La notte di Potenza

Il giorno ventisette nel mese di Ramadan e’ chiamato, “La Notte di Potenza”,  ed e’ anche indicato cosi’ sul calendario musulmano.   Questo giorno si ricorda la notte in cui Maometto ricevette la prima rivelazione  dall’angelo Jibril per iniziare di scrivere il corano.   In questa notte speciale, mentre i musulmani celebrano questo evento, si sentono particolarmente in attesa.  Tanti prendono il tempo per recitare il corano e fare preghiere speciali.  Loro credono che questa notte vale piu’ di 1000 mesi di adorazione.  In questa notte diversi dicono di avere visto qualche visione o sogno spirituale.

Preghiera

Padre Celeste, la tua Parola ci dice che “in questi ultimi giorni ha parlato a noi per mezzo del Figlio” (Ebrei 1:2).  E’ stato tuo Figlio che mori’ sul monte di Calvario per aprire la via per noi di poter entrare alla tua presenza santa.  Se non fosse stato per la croce, non potremmo mai ottenere il permesso di  avvicinarci da te.  Grazie.

Ecco perche’ ti chiedo O Padre di rivelare Gesu’ Cristo ai miei amici musulmani.  Farli una visita personale per mezzo della potenza dello Spirito Santo.  Convincili del proprio peccato di avere rigettato Cristo perche’ hanno messo la loro fede in qualcun altro.      Prego che possano capire che ogni dichiarazione dato da Gesu’ e’ vera, e che Egli e’ il Signore, Salvatore e Figlio di Dio.  Che possano accettarlo nella propria vita e sottomettersi completamente a Lui.

O Signore Gesu’, in questi giorni, quando i musulmani si stanno in attesa di qualche visione o sogno, manifesti la tua gloria.  Venire preso ognuno di loro in un modo soprannaturale e parlare ai loro cuori. Rispondere ai loro bisogni e calmare le loro paure.  Rivela la tua grande potenza ad ognuno di loro con un’amore compassionevole, e perdonali per la tua grazia.  Cambia la loro vita.  Darli una speranza e riempili con lo Spirito.

Nel tuo nome prezioso io prego.  Amen.

Promessa

“quando pero’ sara’ venuto lui, lo Spirito della verita’, egli vi guidera’ in tutta la verita’”(Giovanni 16:13).

Venerdi’, 15 Giugno, 2018

Questa settimana preghiamo per quanto riguarda la celebrazione fatta alla

Fine del Digiuno

Alla fine del mese di Ramadan, i musulmani rompono il digiuno con una celebrazione conosciuta come, “Id al-Fitr”, che sarebbe una giornata festiva in tanti paesi islamici.  In questa giornata loro fanno festa e tanti incontri con amici.  Non esiste piu’ l’astensione rigorosa dal cibo e dal bere.  L’atmosfera si cambia dalla tristezza e pesantezza alla gioia di festa.  Le famiglie si trovano insieme per mangiare, e tutti sono piu’ propensi a dare l’elemonsina ai poveri.

Eppure, non e’ insolito in mezzo di questo rumore di giubilazione e spensieratezza di trovare tanta gente che soffre una vita insoddisfatta e vuota.

Preghiera

“Benedetta sia la gloria del Signore dal suo luogo!” (Ezechiele 3:12).  Tu sei il vero Dio e l’unico Dio giusto e degno di adorare.   Tu sei la sorgente di vera gioia e consolazione; tu sei la nostra speranza.

Prego per questi cari amici.  Aiutali in modo che ti permettono di cambiare la loro vita.  Anche se al momento hanno smesso di digiunare e hanno iniziato a festeggiare, cio’ di cui ne hanno veramente bisogno e’ Gesu, il Pane di Vita.  Apri i loro cuori per ricevere il messaggio di Cristo.  Metti dentro di loro una fame ed una sete per la Parola di Dio.   Creare in loro il desiderio di conoscere Gesu’ e di seguirlo.

Nella tua Parola, ci hai promesso di prepararci un banchetto, una festa di cibo pregiato per tutti i popoli (Isaia 25:6).  Signore, i musulmani sono molto bisognosi.  Hanno fame per te, anche se non capiscono il loro bisogno.  Prego che l’amore di Cristo possa toccare il cuore di ognuno.  Che possano capire l’importanza del sacrificio di Gesu’ al Calvario.  Che tanti musulmani, anche oggi in questa giornata, possano sottomettersi a te, o Signore e Salvatore, e trovare la vera pace, gioia e riposo in te. Amen.

Promessa

“Nell’ultimo giorno, il giorno piu’ solenne della festa, Gesu’ stando in piedi esclamo’: “Se qualcuno ha sete, venga a me e beva. Chi crede in me, come ha detto la Scrittura, fiumi d’acqua viva sgorgheranno dal suo seno” (Giovanni 7:37-38).

Venerdi’, 22 Giugno, 2018

Parlare con Fermezza

E Non Stare in Silenzio

Il nemico prova di ingannarci a farci sentire imbarazzati e vergognati per impedirci di testimoniare di tutto cio ’che Gesu’ ha fatto miracolosamente nella nostra vita.  Mentre la nostra personalita’ potrebbe essere timida, potremmo anche sentire al disagio se le leggi del paese ci proibiscono di testimoniare di Gesu’.   Ci sentiremmo al disagio anche qualche volta quando non sappiamo cosa dire precisamente in certe circostanze.  Potremmo sentire una maggior timidezza di parlare quando ci troviamo insieme con i musulmani.

Potremmo sentirci in colpa, eppure decidiamo di non fare niente.  Ma ci sono altre opzioni.     Il Signore Dio, per la sua grazia, e’ capace di riempirci con coraggio, franchezza, sapienza ed amore. Intorno di noi c’e’ un popolo che soffre e ha bisogno di aiuto.  Quello che abbiamo in Gesu’ Cristo se lo condividiamo o non lo condividiamo determinera’ il loro futuro per tutta l’eternita’.

Preghiera

Dio Altissimo, mio Padre in cielo, io ti ringrazio per avermi affidato e potenziato di testimoniare ai musulmani.  Dammi questa settimana l’opportunita’ di parlare con amore e fermezza a qualche musulmano la buona notizia di Gesu’.  Dio Onnipotente, aiutami a vedere oltre le mie preoccupazioni, se siano di gioia o di tristezza, di successo o di fallimento.   Ungimi con lo Spirito Santo di parlare parole che potranno toccare, sanare e consolare questi amici.

Operare nel mio cuore in modo che io posso avere compassione per i musulmani.  Aiutami di amarli, rispettarli, e simpatizzare con ogni loro dilemma e preoccupazione. Prego che io posso guidare un musulmano da te in questa settimana.

Aiutami a vedere il mondo e non guardare sempre me stesso.   Aiutami a vedere e collaborare con quello che la tua mano potente sta svolgendo fra le nazioni, fra le tribu’ e fra tutti i popoli di ogni lingua.  Fa che io sia una benedizione per gli altri.  Fa che gli altri possano vedere in me, Gesu’ Cristo il Salvatore che ama tutti i popoli.

Nel suo nome prezioso io prego.  Amen.

Promessa

“Non temere, ma continua a parlare e non tacere; perche’ io sono con te, e nessuno ti mettera’ le mani addosso per farti del male; perche’ io ho un popolo numeroso in questa citta” (Atti 18:9,10).

Venerdi’, 29 Giugno, 2018

Questa settimana preghiamo che

Miracoli

Accompagneranno la Predicazione della Parola

Quando offriamo ai musulmani il vangelo di Gesu’ Cristo, se la predicazione viene accompagnata con segni e prodigi miracolosi, loro saranno piu’ propensi di ascoltare il messaggio che puo’ cambiare la vita.

Quando la predicazione del vangelo risulta anche con la guarigione al malato, la liberazione per l’indemoniato ed oppresso, e porta la vittoria nel nome di Gesu’, spesso si trovera’ un benvenuto caloroso fra quelli che ascoltano. Ecco il tipo dell’evangelo che Cristo ci ha mandato a predicare (Matteo 10:1, Ebrei 2:4).

Preghiera

Signore, prego per tutti coloro che lavorano in mezzo ai musulmani.  Prego che saranno specialmente equipaggiati e dotati con la potenza dello Spirito Santo di predicare la buona notizia e che possano andare contro ed indebolire le forze del diavolo perche’ utilizzano le manifestazioni dei doni dello Spirito Santo.

Prego che in questa settimana la tua gloria sara’ rivelata a tanti musulmani tramite gli atti miracolosi della tua misericordia e grazia.  Prego che ci saranno segni e prodigi che accompagneranno la predicazione della Parola.  Che gli spiriti malvagi saranno cacciati nel nome di Gesu’ Cristo, che questo atto di potenza sara’ fatto proprio davanti agli occhi di tanti musulmani.    Che gli ammalati saranno guariti e gli oppressi liberati.  Che il Figlio di Dio sia glorificato.

Io prego che tramite questi miracoli, i musulmani vedranno una chiara conferma delle parole di Cristo, l’unico Signore e Salvatore, e che abbandoneranno la loro resistenza all’evangelo. Che potranno vedere questi miracoli e gli atti di potenza soprannaturali come una prova ovvia che l’evangelo sia’ autorevole. Prego che i musulmani vedranno il Regno di Dio che si avvicina e che si ravvedano e credano in Gesu’.

Promessa

“Questi sono i segni che accompagneranno coloro che avranno creduto: nel nome mio scacceranno i demoni, parleranno in lingue nuove, . . . imporranno le mani agli ammalati ed essi guariranno” (Marco 16:17,18).